Come spurgare gli scarichi otturati? 3 validi metodi

Lo sturalavandino

Lo strumento che meglio aiuta a togliere gli ingorghi, i blocchi, le ostruzioni e simili è lo sturalavandino che si trova facilmente nei supermercati più forniti, nei negozi dedicati al fai da te e anche in quelli per l’idraulica. Lo sturalavandino consente di togliere il blocco così l’acqua scende subito nello scarico senza stagnare. Anche gli addetti del pronto intervento fognature Roma usano spesso lo sturalavandino per togliere gli ingorghi che si formano proprio sotto allo scarico, nella primissima curva degli impianti che non hanno l’auto spurgo, cioè quelli più datati e vecchi.

Il filo di ferro

Un sistema per togliere gli ingorghi dentro i tubi usato anche dagli esperti del pronto intervento fognature Roma è usare del filo di ferro. La parte che viene calcata nel tubo per prima avrà un uncino in maniera da catturare ogni genere di residuo che è incastrato nel tubo si carico così da far tornare a defluire via l’acqua come in origine. Il filo di ferro si trova in tutti i negozi di fai da te e non solo. si può anche utilizzare una gruccia della lavanderia che può essere smontata grazie all’uso della pinza per poi dare la forma desiderata, come quella di un uncino per pescare lo sporco intrappolato e attorcigliato dentro il tubo.

Una miscela biologica

Esiste anche una soluzione di tipo meno invasiva per togliere gli ingorghi dai tubi idraulici. Si devono usare due solo due ingredienti che probabilmente già ci sono in dispensa: il sale grosso da cucina e l’aceto, meglio se rosso ma va bene anche bianco o di mele. Si deve versare una bella quantità di aceto giù nel lavandino e poi buttare nello scarico una manciata generosa di sale da cucina e lasciare agire anche tutta la notte, senza mai aprire il rubinetto altrimenti si vanificherà l’azione spurgante. Al mattino, non resta che versare una pentola di acqua bollente nello scarico per togliere ogni residuo che bloccava lo scorrere dell’acqua.