Dipingere le pareti di casa di bianco: tutti i pro & contro

Il bianco è il colore che più di tutti si usa per dipingere le pareti di casa.  è la scelta più gettonata e frequente quando si tratta di pitturare i muri interni della casa, ma in pochi si chiedono in perché. Per capirlo, basta fare un breve approfondimento sui suoi punti di forza, senza però dimenticare di fare un accenno anche ai suoi punti di debolezza.

Rende gli spazi luminosi

Il colore bianco ha il vantaggio di riflettere la luce. Tutti gli altri colori, anche se in minima parte, invece la assorbono. Questo fatto aiuta a rendere più luminosi gli spazi di casa, compresi quelli più angusti che hanno una cattiva esposizione alla luce. Le pareti bianche sono molto usate soprattutto per questa ragione.

È facile ritinteggiare

La tinta muraria bianca è la più facile da ripassare e ritinteggiare nel corso degli anni. Quando arriva il momento di ripassare la tinta muraria, non ci sono problemi nella ricerca del colore, anche se si cambia marca perché è universale e non va mai fuori produzione. È anche facile da stendere senza il rischio di creare zone più o meno marcate, come invece può capitare con le tinte murarie più scure.

Si adatta a ogni stile

Il bianco è ovviamente un colore neutro che si adatta praticamente a ogni genere di stile e di arredo. Non si può dire degli altri colori che, oltre a non andare sempre bene con tutto, possono andare fuori moda. La tinta muraria bianca va bene con ogni genere di stile, dal più classico al più moderno, e con ogni genere di materiale dal legno al cemento, dalle piastrelle al marmo.

Si sporca facilmente

Tuttavia, il bianco come colore per le pareti ha dei punti deboli da tenere in considerazione. Essendo il più chiaro, si sporca facilmente. Basta un nonsoché per sporcarlo e creare imperfezioni. Questo costringe a ripassare il colore anche più volte l’anno.

Se desideri avere ulteriori approfondimenti, vai su www.imbianchinomilano.eu