Origine e storia delle carte da gioco

Le origini delle carte da gioco rimangono tuttora avvolte nel mistero, anche se diverse sono le teorie a proposito della loro nascita. Di certo sono antichissime ma non si conosce il motivo per il quale fecero la loro comparsa nella società. Esistono documenti che ne attestano la loro diffusione e le prime conferme sulle carte da gioco ci portano in Cina e in India nel X secolo. Alcuni esperti attribuiscono l’origine delle carte alla comparsa in Oriente della carta moneta mentre altri studiosi credono che derivino dai tasselli del domino.

E’ impossibile avere la certezza dell’una o dell’altra versione ma ciò che accomuna entrambe le teorie è uno stesso termine cinese che si utilizza sia per indicare le carte che le tessere del domino. Ciò che tutti sostengono è che le carte da gioco arrivarono in Occidente grazie agli Arabi nel quattordicesimo secolo. Passando per la Persia le carte dall’Oriente giunsero sulle coste mediorientali e nel Medioevo diventarono molto simili a quelle che conosciamo oggi.

Fonti storiche confermano che i Mamelucchi utilizzavano a scopo di gioco un mazzo di circa 52 carte con quattro semi diversi, denari, coppe, spade e bastoni da polo. Ognuno di essi era composto da 13 carte di cui 3 figure e 10 con valori numerici. Le figure erano formate da re, vicerè e sottodeputato. Queste carte non raffiguravano persone in quanto la legge del Corano impediva che vi fossero ritratti ma riportavano disegni astratti. Era comunque inclusa su ogni carta una sorta di didascalia che conteneva il nome degli ufficiali dell’esercito.

Scopri quando sono nati i giochi con le carte da scala

Nel 1939 fu ritrovato un mazzo mamelucco di 56 carte risalente al XV secolo. Oggi è conservato presso il museo Topkapi Sarayi di Istanbul. Nonostante il lontano periodo storico a cui appartiene è stato utile per studiare frammenti di carte molto più antiche, risalenti addirittura ad un’epoca compresa tra il XII e il XIII secolo. Per quanto riguarda la diffusione delle carte da gioco in Europa esse comparvero quasi certamente a partire dal XIV secolo quando fiorirono gli scambi commerciali con i mamelucchi egiziani. Alcuni storici attribuiscono la loro comparsa già a partire dal 1240, anno del 38° concilio di Worcester quando delle carte esistevano già in Inghilterra. In realtà molti studiosi credono che quelle carte siano derivanti dagli scacchi. In Europa furono la Spagna e l’Italia i Paesi dove per primi apparvero le carte da gioco. Da qui si svilupparono poi tre ceppi distinti, quelli francese, italiano e tedesco che ancora oggi presentano semi diversi, derivanti da quelli più antichi.

Ti piacciono le carte? Conosci la Scala 40? Ecco un bell’approfondimento sulle Carte di Scala 40