Cosa viene controllato durante la revisione periodica della caldaia

La caldaia deve essere periodicamente controllata. Sia che la teniate accesa tutto l’anno, sia durante l’inverno e basta. E’ molto importante assicurarsi che tutto funzioni a dovere e i motivi sono due.

Il primo motivo è per garantire la vostra sicurezza, quella della famiglia cioè. Una caldaia che non funziona come dovrebbe può portare a conseguenze davvero terribili. Possono infatti andare incontro a vari tipi di incidenti come per esempio l’esplosione, l’incendio della caldaia e una fuga di monossido di carbonio. Non sono da sottovalutare questi rischi considerando che accadono più di quanto sappiamo. E’ vero che non sono elevati i casi annuali ma ci si aggira sempre intorno ai 200 solo in Italia.

Il secondo motivo per cui dovete mantenere in buona salute la vostra caldaia e tenerla efficiente è il fatto che potete risparmiare un po’ di denaro. Una caldaia che funziona bene fa risparmiare. Deve perciò essere pulita. Inoltre non dimentichiamoci che c’è un miglioramento anche dal punto di vista del rendimento termico e ovviamente della qualità dell’aria.

A chi rivolgersi per fare il controllo periodico

Non potete procedere con il fai da te per due motivi. Il primo, il più importante, perché è davvero pericoloso. Se non sapete cosa state facendo potete rendere ancor più pericolosa la vostra abitazione oppure non fare niente e non accorgervi quindi di eventuali problemi anche seri della vostra caldaia. Il secondo è che la revisione della caldaia è richiesta dalla legge e dovete avere un libretto firmato da un professionista certificato. Sarà sempre lui a dirvi quando fare il futuro controllo. Se non sapete a chi rivolgervi, io vi consiglio l’assistenza caldaie Baxi a Milano.

Una volta trovato il tecnico abilitato alla sicurezza degli impianti, sappiate che se il vostro ha una potenza uguale o inferiore a 35 KW deve essere sottoposto a un controllo annuale. Per il controllo della combustione fumi invece, deve passare non più di due anni da un controllo e l’altro.

Ci sono altri controlli che dovete fare. Dovete chiamare il tecnico quando la temperatura dei fiumi supera i 50 gradi centigradi. Dovete leggere voi ogni due mesi il contatore. Ogni anno dovete controllare il serbatoio del gasolio e ogni 5 anni il serbatoio interno. Ogni due mesi dovete rilevare le emissioni della combustione dei fumi.