Le 5 regole d’oro per una cameretta sana e igienica

Consigli sulla scelta della cameretta ideale:

  1. Sufficiente aereazione. Il primo consiglio per creare un ambiente sano all’interno delle camerette è avere una buona aerazione, al fine di garantire lo scambio d’aria e far entrare ossigeno fresco. La finestra deve essere delle dimensioni adeguate. Meglio prestare attenzione alle porte finestre che danno sul balcone, dal quale i bambini si potrebbero sporgere e cadere, perciò è bene installare una rete.
  2. La temperatura. All’interno delle camerette, la temperatura non deve essere troppo alta. In particolar modo, in inverno, durante il giorno, si possono tenere i termostati sui 18 – 20 gradi. Per la notte discorso cambia perché i bambini sono sotto le coperte e non si deve rischiare di farli sudare troppo. È meglio abbassare la temperatura di almeno due gradi, cioè tra i 16 – 18 gradi. Pare che temperatura non troppo elevate aiutano a riposare meglio. Nelle camerette è comunque meglio avere una temperatura leggermente inferiore al resto della casa e si può farlo grazie alle valvole termostatiche dei termosifoni. Questo discorso, ovviamente, non vale per i neonati: le ostetriche possono dare dettagli più precisi in merito alla temperatura da tenere in casa.
  3. La dimensione. Spesso si tende a lasciare la camera più piccola ai bambini ma è una mossa sbagliata perché i più piccoli hanno bisogno di spazio, non di spazi angusti. È sufficiente una camera 4 metri di per 4 per lasciare libertà di movimento ai bambini.
  4. Il tappeto. Potrebbe sembrare un modo per dare un tocco alle camerette, ma è meglio evitare i tappeti. Il motivo è semplice; innanzitutto, i bambini potrebbero inciampare e farsi male. Inoltre, i tappeti sono un ricettacolo di sporco, batteri, polvere, etc.
  5. Le prese di corrente. Per evitare degli incidenti, le prese di corrente devono essere conformi alle normative di leggi vigenti e i più piccoli non devono per nessun motivo avere a che fare con apparecchi elettrici, spine, prese, etc.