Pavimenti in cemento: perché e quando sceglierli per la propria casa

Chi ancora pensi al cemento come il materiale edile per eccellenza ma che poco si adatta agli interni, ai rivestimenti e alle esigenze più “estetiche” sbaglia – e di grosso. Anche nel campo dei materiali per la casa, infatti, sono stati fatti in questi anni numerosi passi avanti e non di rado anche materie “umili”, come il cemento appunto, hanno trovato nuove occasioni d’uso, nuove funzionalità. Ci se ne rende conto facilmente anche semplicemente facendo un giro su siti come www.pavimentiemassetti.it, di aziende che lavorano appunto nella posa di pavimenti e massetti: ai più profani offrono una panoramica dei possibili impieghi di cemento e altri materiali simili, mentre a chi sia già propenso verso una scelta di questo tipo suggeriscono vantaggi, applicazioni, accortezze.

Tutti i vantaggi di una copertura in cemento per i pavimenti

Andando con ordine, però, quali sono i pro di un pavimento in cemento rispetto a scelte più “tradizionali” come mattoni, piastrelle, eccetera? Sicuramente, si ha a che fare con un materiale molto resistente e per questo adatto a quegli spazi, anche all’interno, molto frequentati o destinati ad attività “ad alto impatto” sulle murature e sulle strutture circostanti: molto più pragmaticamente, il cemento è la scelta migliore negli ambienti di passaggio, dove il calpestio è frequente o dove residui di lavorazione, scarti, eccetera rischiano di rovinare in maniera irreparabile altri tipi di copertura. Una scelta di questo tipo, però, è l’ideale anche quando si ha a che vedere con frequenti sbalzi termici: il cemento è, certo, tra i materiali che li teme meno ed è per questo, per esempio, che quando viene realizzato un pavimento in cemento non si ha l’esigenza di realizzare fughe e co. Come ci si accorgerà di certo spulciando siti come www.pavimentiemassetti.it, poi, il pavimento in cemento è facile da pulire: non richiede cure particolari ed è destinato a durare negli anni. Senza contare, tra l’altro, che spesso è la soluzione più indicata quando si hanno coperture preesistenti che non si vogliono smantellare di tutto e che può essere “posato” in tutta facilità, anche quando insorgano problemi di spazio o logistici.