Pressione della caldaia: come correggerla

Uno dei parametri più importanti da controllare della caldaia per la produzione di acqua calda domestica è la pressione. Per tale motivo è fondamentale preoccuparsi di questo dolore come fa il tecnico manutenzione e assistenza caldaie Roma durante i regolari controlli. In questo breve articolo scopriamo qual è il livello corretto della caldaia e cosa fare in caso di squilibri.

Qual è il livello giusto della pressione della caldaia

Perché la caldaia funzioni correttamente, la pressione deve essere compresa tra 1 e 2 bar. Per conoscere l’attuale livello della pressione dell’acqua, è sufficiente verificare l’indicatore posto nella parte frontale. Nelle caldaie di ultima generazione, questo valore si trova sul display elettronico.

Cosa fare in caso di pressione alta

Se il valore della pressione supera i 2 Bar, allora è troppo alto e possono esserci delle perdite dalla caldaia stessa o anche dai termosifoni. Ridurre il livello della pressione è piuttosto facile poiché basta sfiatare i termosifoni. È sufficiente aprire con le mani la valvola del termosifone, avendo cura di sistemarci sotto un piccolo contenitore che raccolga l’acqua esce. Inoltre, potrebbero esserci all’interno del circuito vapore e bolle d’aria che impediscono la corretta circolazione dell’acqua calda. Basta rimuovere mezzo bicchiere di acqua, poi attendere un quarto d’ora e verificare che la pressione sia tornata normale. Se così fosse, basta ripetere l’operazione.

Cosa fare in caso di pressione bassa

Se la pressione della caldaia è troppo bassa, è facile accorgersene immediatamente poiché non esce acqua calda dai rubinetti e i termosifoni riscaldano come dovrebbero. Per riportare la pressione a un livello normale, il tecnico della manutenzione e assistenza caldaie Roma introduce altra acqua nel circuito aprendo il rubinetto apposta sistemato nella parte inferiore dell’apparecchio. Basta aprire il rubinetto per cinque secondi e poi attendere un quarto d’ora per verificare che il l’intervento abbia dato i frutti desiderati. Se la pressione ancora non si sistema, conviene chiamare il prima possibile il tecnico della manutenzione e assistenza caldaie Roma che farà ulteriori accertamenti.