Tutto quello che serve per un trasloco facile e senza stress: 10 materiali da procuravi

  1. Valige e trolley. Quando dovete spostare il vostro guardaroba durante i traslochi a Roma, potete utilizzare tutte le valigie, i trolley e i borsoni che avete in casa. Prendere gli indumenti piegati nei cassetti e metterli nella valigia per così no si sporcano e non dovrete rilavarli dopo il trasloco.
  2. Sacchi porta abiti. Per gli abiti appesi, potete invece usare i sacchi usa e getta in plastica che vi danno abituamene in lavanderia per proteggere gli abiti da sporco e polvere.
  3. Usate il pluriball per avvolgere gli oggetti più delicati; grazie alla presenza delle bollicine di aria no rischiate rotture o urti durante il trasporto.
  4. Carta di giornale. Un’alternativa low cost al più celebre pluriball possono essere i fogli dei giornali vecchi, perciò non gettateli in vista dei vostri traslochi a Roma ma teneteli per avvolgere con cura piatti, porcellane, bicchieri, cristallerie e anche oggetti tecnologici come lo schermo del pc.
  5. In tutti i traslochi a Roma devono per forza esserci gli scatoloni dove potete mettere tutto quello da portare presso la nuova abitazione.
  6. Cassette della frutta. Invece di usare solo scatoloni, potete utilizzare per il trasloco anche le cassette di plastica che servono per il trasporto di frutta e verdura: le pratiche maniglie laterali facilitano il loro spostamento.
  7. Borse della spesa. Le borse riutilizzabili della spesa in nylon intrecciato o altri materiali più resistenti del normale sono perfette perché realizzate proprio per reggere grandi pesi senza alcun problema.
  8. Scotch da pacchi. Lo scotch vi servirà per montare e chiudere bene gli scatoloni in maniera che non cada nulla in caso di rovesciamento.
  9. Etichette adesive. Mettete un’etichetta adesiva di quelle che servono per i quaderni di scuola sullo scatolone per scrivere tutti i dettagli.
  10. Il pennarello vi serve per etichettare ogni scatolone, indicando dove va portato, in che senso alzarlo, se contiene oggetti fragili o meno.