Condizionatore acceso di notte; ecco le regole per un buon sonno

Basta con le ore passate a rigirarsi nel letto cercando conforto, è il momento di installare un condizionatore. Ti regalerà notti serene e riposanti. Ma è un bene tenere acceso il condizionatore di notte? Ecco le regole per un buon sonno.

Temperatura ottimale

La differenza fra temperatura interna ed esterna non dovrebbe mai essere superiore ai 6 gradi. Tieni conto che, anche in estate, la notte e soprattutto nelle prime ore del mattino l’aria è più fresca anche per all’aperto; quindi la differenza può essere anche minore. In generale, puoi impostare il condizionatore sui 26 gradi. Considera che hai eliminato quasi del tutto il fattore umidità, che è l’elemento che maggiormente crea disturbo in estate.

Getto verso l’alto

Sebbene la calura possa spingerti a metterti sotto il getto di aria fredda, fallo solo per un refrigerio momentaneo. In generale, non metterti mai sulla linea di corrente del condizionatore, tanto più durante la notte. Molto meglio che il getto sia posizionato verso l’alto, in modo che rinfreschi il locale ma non ti colpisca; eviterai torcicollo e contratture.

Se sei particolarmente soggetto a questi disturbi, meglio dormire con una tshirt piuttosto che nudo, per tenere al riparo spalle e collo.

Sanificazione del condizionatore

La sanificazione e igienizzazione del condizionatore è fondamentale. Nei bocchettoni e nei filtri si insinuano polveri, acari e germi, che poi sono diffusi nell’aria che respiriamo. Ancora di più questo è un problema di notte, quando le forme di difesa del corpo, come la tosse o lo starnuto, sono meno attive.

Per un buon sonno prevedete una sanificazione condizionatore Roma prima del’inizio della stagione calda, e una anche alla fine. Indicativamente a metà magio e fine settembre.

Imposta il timer

Sfruttare la programmazione oraria del condizionatore durante la notte ti permette di dormire bene senza interruzioni. Puoi fare in modo che si spenga prima dell’alba, per poi goderti il fresco accumulato nel momento in cui la temperatura esterna è più bassa. Se hai la buona abitudine di svegliarti presto, apri subito per finestre, per cambiare l’aria quando la calura non è ancora arrivata. Naturalmente, solo a condizionatore spento.